Il latte preferito dalle mamme

Barbara Paolinelli

Psicologa e Psicoterapeuta

Sono psicologa e psicoterapeuta, iscritta all’Ordine degli Psicologi della Provincia di Trento, luogo in cui svolgo la libera professione. Sono lieta di rispondere a domande che riguardano la genitorialit? e altre problematiche di natura psicologica legate all’infanzia.

Per informazioni più precise sullo stato del bambino e sulle domande esposte su questo sito si prega di consultare uno specialista.

monica

uno mi ha toccato il sedere per strada diciamo di lato mentre stavo sotto casa io gli ho detto vaffanculo poi lui insisteva dicendo tipo belle che ore sono e io gli ho detto vattene mi sento una stupida perche lo avrei dovuto lasciar passare e poi andare io poi le altre gli avrebbero dato un ceffone o un calcio e io non ho reagito come la solta imbranata che non sono altro mi sono intossicata il ferrgosto e mi vergogno

L’ESPERTO RISPONDE…

Cara Monica, non mi ? chiara la domanda che mi pone. Sono d?accordo con lei sul fatto che davanti ad un gesto cos? forte da parte di chiunque si debba reagire in modo deciso, e farsi rispettare, senza bisogno di ricorrere per? a un ceffone o a un calcio. Sarebbe importante mettere un paletto rispetto a gli altri e auto tutelarsi. Se poi questa persona la importuna altre volte, pu? anche recarsi dai Carabinieri a denunciare l?accaduto. Tanti auguri!

Invia una domanda