Il latte preferito dalle mamme

Francesco Rando

Ginecologo

Sono un Medico Chirurgo Specializzato in Ginecologia ed Ostetricia presso la Facolt? di Medicina di Napoli, laureato a pieni voti. Svolgo anche attivit? di docente di chimica cosmetologia, fisiologia e dermatologia e sono autore di numerose pubblicazioni scientifiche. Pratico la mia professione in varie strutture ospedaliere a Napoli e sono esperto in ecografie 3D. Sar? lieto di rispondere ad eventuali dubbi legati a contraccezione, fertilit?, infertilit? e gravidanza.

Per informazioni più precise sullo stato del bambino e sulle domande esposte su questo sito si prega di consultare uno specialista.

concetta

Salve,ho bisogno di avere dei chiarimenti circa un test su sangue delle beta,ma prima di porle la domanda mi rincresce doverle spiegare brevemente tutta la vicenda accaduta.
Il giorno 27gennaio io ed il mio ragazzo abbiamo avuto un rapporto (preservativo+coito interrotto) ma purtroppo ci siamo subito resi conto della rottura del profilattico;dopo circa mezz’ora ho assunto la pillola dei 5giorni dopo. Il giorno 4febbraio(29esimo giorno ciclo mestruale)ho avuto le mestruazioni,ma nonostante ci? abbiamo? comunque ritenuto opportuno fare le analisi delle beta, esattamente dopo 21 giorni dal rapporto a rischio per avere una conferma che non avessi avuto delle false mestruazioni. Successivamente il giorno 6marzo(29giorno del ciclo mestruale) ho avuto nuovamente le mestruazioni ma scarsissime della durata di tre giorni (premetto che sto vivendo un periodo di pieno stress compresa un’alimentazione scarsa). Dalle mestruazioni del 4febbraio a quelle del 6marzo non abbiamo avuto mai rapporti sessuali, successivamente si ma sempre effettuando coito interrotto con preservativo. Il problema ? sorto proprio dopo le ultime scarse mestruazioni ed una permanenza -dopo l’assunzione del contraccettivo d’emergenza- di un leggero aumento delle mammelle,insomma sembra che da quel momento sono rimaste leggermente pi? grandi(ma non dolenti o turgide). Siccome io ed il mio ragazzo siamo due folli, abbiamo rifatto le beta in due laboratori differenti, mercoled? 22marzo,ed ? accaduta una cosa assurda!! Le spiego subito perch? abbiamo fatto due test in due laboratori diversi a distanza di poche ore. Allora il primo risultato del primo prelievo ? stato pari a 20 ma i valori di riferimento sono: 1-3 settimane >50,ma prima di leggere il referto la dottoressa al telefono mi ha detto di risultare positiva!!! Allora ci siamo affrettati a farlo nell’altro laboratorio ed il risultato ? uscito super negativo cio? pari ad 1, dove i valori di riferimento sono diversi per? cio?: da 0-5 non gravidanza. Ma mi scusi,se nel primo referto risulta che se maggiore di 50 dovrebbe corrispondere alla 1-3 settimana,ma ? uscito 20,non dovrebbe essere negativo? Perche’ la dottoressa insiste dicendo che ? positivo? Anche perch? il risultato del secondo laboratorio ? negativo (tra l’altro ? un laboratorio di cui mi fido abbastanza)! La prego mi aiuti a capire!! Cosa devo pensare? Come mi devo comportare? La ringrazio e mi scuso per la lunghezza del messaggio.

L’ESPERTO RISPONDE…

Gentilissima la situazione cerco di chiarirlo, la sua dottoressa dice che ? positivo perchesi considerapositivo dopo 5. Ma il secondo ? risultato indosabile cio? pari a zero. Risultato lei non aspetta alcun bambino, stia serena. Ma un consiglio mi permettodi darlo,lapilloladel giorno dopo ? veramente pericolosa con delle sue complicanze. Si faccia prescrivere dalla sua dottoressa un anticoncezionale che ? quasi senza complicazioni. La saluto cordialmente

Invia una domanda