Il latte preferito dalle mamme

Francesco Rando

Ginecologo

Sono un Medico Chirurgo Specializzato in Ginecologia ed Ostetricia presso la Facolt? di Medicina di Napoli, laureato a pieni voti. Svolgo anche attivit? di docente di chimica cosmetologia, fisiologia e dermatologia e sono autore di numerose pubblicazioni scientifiche. Pratico la mia professione in varie strutture ospedaliere a Napoli e sono esperto in ecografie 3D. Sar? lieto di rispondere ad eventuali dubbi legati a contraccezione, fertilit?, infertilit? e gravidanza.

Per informazioni più precise sullo stato del bambino e sulle domande esposte su questo sito si prega di consultare uno specialista.

elena

Salve sono a 16+5 e il mio ginecologo mi ha fatto seguire la resistenza alla proteina c metodo coagulativo sta rack roche 1,51 il cui valore di riferimente deve essere superiore a 2. A oggi sono preoccupata in quanto questo fattore puo‘ creare problemi alla mia gravidanza?potrei perderlo?ci sono precauzioni?cosa comporta?datemi una risposta il mio ginecologo mi ha detto solo che una volta partorito per 40 giorni dovro‘ fare delle punture.posso strar tranquilla?confido in voi e attendo una vostra risposta.grazie

L’ESPERTO RISPONDE…

Gentilissima

Essere portatore di un‘alterazione allo stato eterozigote o omozigote non vuol dire avere la certezza assoluta che si manifesterà un evento trombotico ma indica che è aumentato il rischio di sviluppare un evento trombotico, il quale si manifesta più frequentemente se sono presenti contemporaneamente altri fattori di rischio.

Quindi ha ragione il suo ginecologo che dopo il parto deve fare una terapia con la calcioeparina per scongiurare il rischio di una trombosi.

La saluto cordialmente

Invia una domanda