Il latte preferito dalle mamme

Pietro Buono

Pediatra

Sono un pediatra, attualmente Direttore di Unit? Operativa presso l?UOSD di Diabetologia Pediatrica dell?A.O.U Federico II di Napoli. Mi occupo da sempre alla salute dei bambini con entusiasmo e passione. Ho dedicato moltissimo tempo ad essere un aiuto per le mamme, a risolvere i loro dubbi e a dare una mano ai loro bimbi. Sar? lieto di rispondere ad ogni domanda riguardo tuo figlio.

Per informazioni più precise sullo stato del bambino e sulle domande esposte su questo sito si prega di consultare uno specialista.

giancarlo

Salve, mi chiamo Giancarlo e da qualche giorno é nato il mio secondogenito. Peso alla nascita 3,520, alle dimissioni 3,510, misura 52 cm. Il nostro problema é che allo stato attuale mia moglie lo sta allattando esclusivamente al seno. La cosa strana e che ci sta facendo stancare molto é che dopo molte poppate durante il giorno ( si attacca anche ogni ora, poi si addormenta e secondo noi ciuccia poco), la notte, sempre verso le 3/4, piange perché ha fame ( si gira lateralmente con la bocca aperta), si attacca 3 secondi e inizia a staccarsi e a dimenarsi di continuo finché poi gli prepariamo il latte artificiale e dopo averlo bevuto ( ne prende circa 20/30 ml), si addormenta beato e si sveglia poi dopo 4 ore. Potrebbe darci qualche consiglio in merito? Come mai durante il giorno ciuccia, si addormenta e sta tranquillo e proprio nelle ore notturne succede quello sopra descritto? Grazie.

L’ESPERTO RISPONDE…

Gent.mo papà Giancarlo,

legge tra le righe un‘ accorata richiesta d‘aiuto : è fisiologico che alla sera la mamma sia più stanca e che pertanto il suo latte sia per cosi dire meno "saziante"  per il neonato. Non abbiate dunque timore di integrare il latte materno con quello artificiale che deve essere visto come un valido aiuto non solo per tranquillizzare il piccolo ma anche per rasserenare la mamma!

Nell‘arco di una decina di giorni quando il binomio madre−figlio si sarà "assestato" in termini di domanda −offerta  (richiesta di latte−>disponibilità) vedrete che tutto sarà più semplice e che forse anche l‘integrazione potrebbere non essere più necessaria.

cordialità

Invia una domanda