Il latte preferito dalle mamme

Barbara Paolinelli

Psicologa e Psicoterapeuta

Sono psicologa e psicoterapeuta, iscritta all’Ordine degli Psicologi della Provincia di Trento, luogo in cui svolgo la libera professione. Sono lieta di rispondere a domande che riguardano la genitorialit? e altre problematiche di natura psicologica legate all’infanzia.

Per informazioni più precise sullo stato del bambino e sulle domande esposte su questo sito si prega di consultare uno specialista.

teresa

Salve dottoressa, vorrei esporLe il mio disagio e la preoccupazione per il mio stato di salute. Ho due bimbi di 2 e 5 anni e mi sento priva di energia, soprattutto la sera. Vivo per loro, ora che sono in vacanza, soprattutto. Dalla mattina alla sera é un continuo stargli dietro. La piccola é pericolosa e molto intraprendente. Non riesco a gestire pià? la casa che é in perenne disordine e mi vergogno quando qualcuno viene a trovarmi. I miei genitori mi aiutano, anche mio marito ma mi sento un carico enorme e sento che non riesco pià? a gestire, neanche con la testa, un peso cosà? grande. Mio marito mi dà? una mano entro i suoi limiti, anzi a volte mi fa anche arrabbiare perché mi complica le cose invece di facilitarmele. Mi sembra di impazzire. Vorrei avere una casa pià? ordinata e pià? adeguata ma lo spazio non é sufficiente perciò mi ritrovo i giochi in soggiorno e tutto il resto in ogni posto. So che i bambini vengono prima di tutto ed io faccio di tutto per non venir meno ai miei doveri di madre ma questo mi sta distruggendo. Non esco pià?, perché per poter uscire bisogna prima fare la doccia a loro, mettere un pò a posto, e poi quando tocca a me sono stanca e mi passa la voglia. Se riusciamo a muoverci, i bambini sono incontenibili e incontentabili, la piccola soprattutto, perché il maggiore é molto ragionevole e saggio ma quando sono insieme, fiori di casa, si scatenano e io mi rammarico peché n on mi va di fare brutte figure. Forse sono troppo esigente! Mi aiuti… … ..

L’ESPERTO RISPONDE…

Cara Marika, come lei accenna alla fine della sua mail, è molto esigente, ma non con gli altri, piuttosto con se stessa. Stare dietro ai bambini, gestire la casa e poi pensare anche a se e alla sua coppia, è umanamente troppo per chiunque. Serve un atto di coraggio per iniziare, un giorno, a portare i bimbi a giocare anche se non sono superpuliti e godersi una bella giornata all´aria aperta con loro, con sostanza e qualità, anche se non siete perfettamente a posto. Un giorno deve trovare il coraggio anche per gestire la frustrazione di uscire o di giocare coi bimbi, o di dedicarsi a se, con la casa invasa dal disordine. Capisco che per fare questo serve un atto di coraggio, ma sono sicura che inizierà a godersi la vita riappropriandosi di un tempo, quello del presente, che pu´ essere felice se lo si vuole e che nessuno lo restituisce più. Auguri di cuore!

Invia una domanda