Il latte preferito dalle mamme

Barbara Paolinelli

Psicologa e Psicoterapeuta

Sono psicologa e psicoterapeuta, iscritta all’Ordine degli Psicologi della Provincia di Trento, luogo in cui svolgo la libera professione. Sono lieta di rispondere a domande che riguardano la genitorialit? e altre problematiche di natura psicologica legate all’infanzia.

Per informazioni più precise sullo stato del bambino e sulle domande esposte su questo sito si prega di consultare uno specialista.

anna Maria

Salve dottoressa, ho un bimbo di 2 mesi abbastanza vivace:é in continuo movimento. E‘ da qualche giorno che durante il giorno vuole stare tanto in braccio e qualsiasi tentativo di metterlo in qualche sdraietta o simile risulta invano. Addirittura quando si addormenta in braccio e a noi sembra che si sia addormentato per bene, lo adagiamo lentamente nel suo lettino, ma appena tocca il materasso, spalanca gli occhi e piange disperatamente. Per fortuna di notte ci dà  tregua e dorme anche per 5 ore di fila. Cosa mi consiglia di fare?CContinuare a tenerlo in bracco forse perché ha bisogno del nostro calore? Grazie mille

L’ESPERTO RISPONDE…

Cara Anna Maria, il bimbo è molto piccolo e non è strano che voglia essere tenuto in braccio.

Dal momento che la notte dorme, può anche soddisfare il bisogno che il piccolo sente di essere tenuto in braccio. Non demorda e provi ancora a metterlo giù ogni tanto, riprendendolo in braccio se piange. Il piccolo capirà che non viene abbandonato, ma ci sarà sempre qualcuno vicino a lui per consolarlo, almeno fino a quando ne sentirà il bisogno. Auguri!

Invia una domanda