Il latte preferito dalle mamme

Francesco Rando

Ginecologo

Sono un Medico Chirurgo Specializzato in Ginecologia ed Ostetricia presso la Facolt? di Medicina di Napoli, laureato a pieni voti. Svolgo anche attivit? di docente di chimica cosmetologia, fisiologia e dermatologia e sono autore di numerose pubblicazioni scientifiche. Pratico la mia professione in varie strutture ospedaliere a Napoli e sono esperto in ecografie 3D. Sar? lieto di rispondere ad eventuali dubbi legati a contraccezione, fertilit?, infertilit? e gravidanza.

Per informazioni più precise sullo stato del bambino e sulle domande esposte su questo sito si prega di consultare uno specialista.

oriana

salve dottore.volevo alcune info sull‘ivg, soprattutto sulle conseguenze probabili post operatori.. quali principali rischi ci sono? é possibile non avere pi๠gravidanze dopo l‘ivg? la ringrazio

L’ESPERTO RISPONDE…

Gentilissima

Oggi l’IVG (Interruzione Volontaria di Gravidanza) è un intervento del tutto sicuro dal punto di vista medico, gravato da una percentuale di complicazioni, sia immediate che a distanza, davvero minima. Per correttezza le indico le più comuni complicanze:

 Le complicazioni possono includere:
Forti emorragie – Emorragie lievi sono normali dopo un aborto.

Infezioni –L’infezione è dovuta all’inserimento di attrezzi chirurgici nell’utero o anche a parti del feto che, per errore, non sono state completamente tolte (aborto incompleto). Un’infezione pelvica può causare febbre persistente e la necessità di un ricovero in ospedale. Potrebbe, inoltre, comportare la cicatrizzazione degli organi stessi.
Aborto incompleto – Alcune parti del feto, per errore, non vengono completamente tolte durante l’aborto; ciò può causare emorragie ed infezioni.
Anestesia – Possono esserci complicazioni dovute agli anestetici usati per l’anestesia generale durante l’intervento chirurgico: convulsioni, infarti e, in casi estremi, anche la morte. L’anestesia aumenta, inoltre, di due volte e mezzo il rischio di altre serie complicazioni.
Perforazione dell’utero – L’utero può essere perforato o lacerato dagli attrezzi chirurgici e il rischio di complicazioni aumenta con la durata della gravidanza.

Tutto questo viene di norma spiegato prima dell‘intervento di aborto dal personale medico.

La saluto cordialmente

Invia una domanda