Il latte preferito dalle mamme

Francesco Rando

Ginecologo

Sono un Medico Chirurgo Specializzato in Ginecologia ed Ostetricia presso la Facolt? di Medicina di Napoli, laureato a pieni voti. Svolgo anche attivit? di docente di chimica cosmetologia, fisiologia e dermatologia e sono autore di numerose pubblicazioni scientifiche. Pratico la mia professione in varie strutture ospedaliere a Napoli e sono esperto in ecografie 3D. Sar? lieto di rispondere ad eventuali dubbi legati a contraccezione, fertilit?, infertilit? e gravidanza.

Per informazioni più precise sullo stato del bambino e sulle domande esposte su questo sito si prega di consultare uno specialista.

silvana

Salve dott.re volevo chiedere se poteva aiutarmi a chiarire un po‘ le idee sull‘immunizzazione risultante dalle analisi per la toxo ed il cmv in quanto ho avuto due pareri discordanti da due diversi ginecologi: ho effettuato all‘8 settimana di gravidanza le analisi dove sono risultate delle IGM pari ad 0,04 e 0,03 (quindi negative) e delle IGG pari a 25 e 38. per uno dei ginecologi risulto immunizzata e non dovrei ripeterle nel corso della gravidanza anche perche se ci fosse una riattivazione il mio sistema immunitario avrebbe gli anticorpi e l‘infezione non passerebbe la placenta. Per un altro , sono immunizzata, pero‘ me le ha fatte ripetere alla 13 settimana e devo farle per tutti i mesi successi anche se i risultati erano come le precedenti, in quanto in caso di riattivazione bisognerebbe effettuare una terapia antibiotica perchè ci sarebbero rischi comunque per il feto. Vorrei cercare di capire se chi ha l‘immunizzazione comunque corre gli stessi rischi di chi non ce l‘ha?se in caso di riattivazione la profilassi e‘ la stessa? In quanto vengono cmq richieste le analisi tutti i mesi, vengono prescritte le stesse accortezze per le verdure crude (lavare con bicarbonato), in alcuni forum ho letto che in caso di riattivazione e‘ stata consigliata l‘amniocentesi per verificare eventuali malformazioni del feto.La ringrazio se puo‘ aiutarmi a fare un po‘ di chiarezza su questo argomento che sicuramente interessa molte mamme in attesa. Grazie

L’ESPERTO RISPONDE…

Gentilissima

per la toxoplasmosi se ci sono le IgG vuol dire che la paziente è immunizzata e non è descritta una reinfezione. Invece per il citomegalovirus la presenza delle IgG non impedisce una reinfezione ed in questo caso il rischio di infezione del feto è tra lo 0,5 % ed il 2%.

Per ogni chiarimento vi rimando a questi link:

http://www.epicentro.iss.it/problemi/citomegalovirus/citomegalovirus.asp

http://www.epicentro.iss.it/problemi/toxoplasmosi/toxoplasmosi.asp

La saluto cordialmente

Invia una domanda