Il latte preferito dalle mamme

Anna D'Addio

Ostetrica

Sono un?ostetrica, laureata nel 2004 alla scuola di Ostetricia di Caserta con tesi sulla distocia di spalla. Ho partecipato al corso di acquaticit? in gravidanza e insegno ginnastica e rilassamento in acqua. Ho lavorato in sala parto presso varie struttura sanitarie a Napoli e Caserta. Sono lieta di rispondere a domande legate al parto, al delicato periodo del dopo-parto e all’allattamento.

Per informazioni più precise sullo stato del bambino e sulle domande esposte su questo sito si prega di consultare uno specialista.

marianngela

Gentile Ostetrica,mio bimbo ha nove mesi,nato da TC d’urgenza per ctg poco rassicurante ? stato iniziale sofferenza fetale (c’? scritto in cartella). Allora,faccio un sunto! Gravidanza fisiologica,ricovero a 4o+6,scollamento membrane,tanti tracciati,altro scollamento,stress test (c’? stato un evento di calo dei battiti durante una contrazione nello stress test) altri tracciati! Il mercoled? passa il mio ginecologo “i tracciati sono buoni,venerd? o nasce o nasce”! Arriva il venerd? a 41+3,infusione di ossitocina per un’ora poi “staccatele tutto,su di lei fa un brutto effetto”! Partivo con 3 cm di dilatazione,partono le prime contrazioni,il medico dispone l’epidurale! Dopo un paio di ore 4cm “rompiamo il sacco”! Tutto procede bene,arrivo alle 14 con 8cm di dilatazione,alle 15 il mio medico decide per il cesareo! C’era una situazione di calo dei battiti dalle 13. Il mio bimbo nasce alle 15.35 con Apgar 9. Mi hanno detto in ospedale poi che ? stato per il cordone poggiato sul mento! Ora io mi chiedo se tu medico vedi che allo stress test il bimbo risponde male alle contrazioni indotte,perch? decidi per il parto totalmente indotto? Perch? non aspetti il travaglio naturale ed al limite disponi il cesareo a 42?
Ipotizzando che c’era una situazione di dubbio sul benessere fetale,non capisco in questo caso,la scelta dell’induzione!

Grazie in anticipo

L’ESPERTO RISPONDE…

Gentilissima il tentativo di induzione del parto ? stato fatto in epoca giusta ed ? chiaro che tutti i travagli indotti presentano un rischio aumentato di sofferenza fetale con una percentuale pi? alta di subire un taglio cesareo. E questo credo che il medico l'abbia informata prima di apporre l'ossitocina. Il travaglio poi ? progredito spontaneamente avendo sospeso l'infuzione e l'epidurare ? stata applicata alla dilatazione giusta per non farle patire troppi dolori. Mi sembra dal racconto che tutti sia stata fatto secondo un criterio logico, che poi il bambino reagiva male al travaglio non lo poteva sapere nessuno e giustamente se si sono presentate decelerazioni, ? stato corretto proseguire con un cesareo per far nascere il suo bimbo. La saluto con affetto

Invia una domanda