Il latte preferito dalle mamme

Barbara Paolinelli

Psicologa e Psicoterapeuta

Sono psicologa e psicoterapeuta, iscritta all’Ordine degli Psicologi della Provincia di Trento, luogo in cui svolgo la libera professione. Sono lieta di rispondere a domande che riguardano la genitorialit? e altre problematiche di natura psicologica legate all’infanzia.

Per informazioni più precise sullo stato del bambino e sulle domande esposte su questo sito si prega di consultare uno specialista.

carmen

Gentile dottoressa sono la mamma di un bimbo di 25 mesi e le scrivo per avere rassicurazioni circa il comportamento e l’educazione che sto dando a mio figlio.le descrivo il suo carattere:allegro,solare,sicuro di se, non ha paura di niente, tocca tutto anche gli oggetti che non sono propriamente da bambino tipo forbici e cacciavite ( sotto stretta sorveglianza) mangia da solo, si addormenta da solo nella sua camera ecc. Io con lui parlo come se stessi parlando ad un bambino pi? grande con termini abbastanza difficili tanto e’ vero che per la sua et?’ parla molto bene e con un buon vocabolario. Il mio dubbio e’ questo: sbaglio a comportarmi cos? con lui?sto bruciando le tappe considerando che anche se a solo due anni si comporta come un bimbo di almeno quattro? Questa sua autonomia potrebbe fargli male. Grazie

L’ESPERTO RISPONDE…

Cara Carmen, si rapporti a suo figlio nel modo che la fa stare maggiormente a suo agio. Per? si interroghi su una questione: se forse non ? lei ad avere fretta di sperimentare se il suo bambino ? intelligente o dotato. Infatti anche se il bimbo sembra pi? grande della sua et? nel linguaggio e nei ragionamenti, in realt? ha dei passi da compiere dal punto di vista neurologico. Per aiutare e stimolare il bimbo, basta fargli fare i passi giusti per la sua et? e poi quando sar? pi? grande, sar? capace di mettere a frutto quanto immagazzinato e appreso. La cosa pi? importante ? che ora vi divertiate insieme. Tanti auguri!

Invia una domanda