Il latte preferito dalle mamme

Barbara Paolinelli

Psicologa e Psicoterapeuta

Sono psicologa e psicoterapeuta, iscritta all’Ordine degli Psicologi della Provincia di Trento, luogo in cui svolgo la libera professione. Sono lieta di rispondere a domande che riguardano la genitorialit? e altre problematiche di natura psicologica legate all’infanzia.

Per informazioni più precise sullo stato del bambino e sulle domande esposte su questo sito si prega di consultare uno specialista.

angela

Gentile dottoressa, sono mamma di una bimba di tredici mesi che é sempre stata molto legata a me ma ultimamente lo é ancora di pià¹. Se é con i nonni o con il papà  allarga le braccia e mi chiama perchè vuole stare con me… .questo mi fa star male perché penso di sbagliare qualcosa anche se con lei ho un‘ atteggiamento amorevole, (forse un po‘ troppo protettiva, lo ammetto) insieme giochiamo, cantiamo, ecc. Mi dia un consiglio!!!La ringrazio anticipatamente

L’ESPERTO RISPONDE…

Cara Angela, è molto bello sapere che la piccola è così tanto legata a lei, d’altra parte è importante che trascorra almeno un po’ di tempo anche con il papà e con i nonni. Quando la bimba è con il papà o con i nonni e allarga le braccia per chiamarla, lei la incoraggi a stare con loro, pur rimanendo nelle vicinanze, magari fingendosi impegnata in altro. Le sorrida però e le dica che lei è lì e non va via, ma che sta facendo delle cose e la incoraggi a stare un po’ con papà o nonni. Se la bambina vede che lei non cede, ma che è comunque lì, accetterà e apprezzerà anche altre figure di riferimento altrettanto importanti.

Tanti auguri!

Invia una domanda