Il latte preferito dalle mamme

Francesco Rando

Ginecologo

Sono un Medico Chirurgo Specializzato in Ginecologia ed Ostetricia presso la Facolt? di Medicina di Napoli, laureato a pieni voti. Svolgo anche attivit? di docente di chimica cosmetologia, fisiologia e dermatologia e sono autore di numerose pubblicazioni scientifiche. Pratico la mia professione in varie strutture ospedaliere a Napoli e sono esperto in ecografie 3D. Sar? lieto di rispondere ad eventuali dubbi legati a contraccezione, fertilit?, infertilit? e gravidanza.

Per informazioni più precise sullo stato del bambino e sulle domande esposte su questo sito si prega di consultare uno specialista.

donata

Gent.mo dr. Rando, ho 42 anni e sono mamma di una bambina di 8. Circa un anno e mezzo fa, a seguito di una visita mi sono stati riscontrati: ovaie micropolicistiche e utero moderatamente fibromatoso, che mi causavano notevoli disturbi: forte irritabilità , stanchezza generale, nausea, giri di testa, aumento di peso, ritenzione idrica e soprattutto mestruazioni molto abbondanti. La mia ginecologa mi ha prescritto la Yaz e finalmente i disturbi sono spariti. Ma ho un problema, a volte capita che le mestruazioni saltino, o meglio, si manifestino con macchioline che durano un giorno e poi nulla pià¹. Prendo sempre la pillola regolarmente, non ho mai fatto errori nell‘assunzione,(ho iniziato a prendere la pillola sin da quando avevo 20 anni e sono abituata)quando prendo antibiotici mi proteggo, non ho mai avuto diarree o vomito, neanche questa volta che le mestruazioni mi sono saltate per due mesi di seguito. Sono al quarto giorno del nuovo blister e ho avuto solo qualche perdita. Sinceramente non sono preoccupata per eventuali gravidanze, perché sono sicura che non sia questo il problema, ma vorrei sapere ci possono essere altri problemi alla base dell‘amenorrea non dovuti alla pillola e se no, vorrei continuare a prenderla, perché mi trovo benissimo e devo accettare queste amenorree (in ogni caso le mestruazioni sono comunque sempre scarse). Infine volevo porle un‘altra domanda: com‘é possibile riscontrare le ovaie micropolicistiche a quarant‘anni, visto che mai nessun ginecologo prima le ha riscontrate, neanche la mia attuale ginecologa che mi seguito anche durante la gravidanza? Ho sempre letto che le ovaie micropolocistiche si manifestano subito sin da giovani. Le chiedo scusa se mi sono dilungata troppo. La ringrazio anticipatamente per la sua cortese risposta. Cordiali saluti.

L’ESPERTO RISPONDE…

Gentilissima

spero di chiarire qualche suo dubbio. Le pillole che vengono utilizzate ora sono a basso dosaggio e spesso non si forma endometrio all‘interno dell‘utero e quindi non avviene il ciclo. Questo non deve affatto preoccupare in quanto è un problema farmacologico e se prende la pillola regolarmente non deve preoccuparsi per un‘eventuale gravidanza.

Ha ragione di dire che le ovaie policistiche sono in genere una patologia delle ragazze giovani ma indicando sostanzialmente un distubo ormonale (difunzionale), queste possono essere viste in ogni momento fertile della donna. Ovviamente non le posso rispondere se le aveva da prima e la collega ha ritenuto opportuno non comunicarglielo, oppure si sono presentate quando ha fatto l‘ultimo controllo ecografico. L‘importante è che i suoi disturbi siano passati e lei stia meglio.

Dell‘amenorrea non si preoccupi assolutamente.

La saluto cordialmente

Invia una domanda