Il latte preferito dalle mamme

Francesco Rando

Ginecologo

Sono un Medico Chirurgo Specializzato in Ginecologia ed Ostetricia presso la Facolt? di Medicina di Napoli, laureato a pieni voti. Svolgo anche attivit? di docente di chimica cosmetologia, fisiologia e dermatologia e sono autore di numerose pubblicazioni scientifiche. Pratico la mia professione in varie strutture ospedaliere a Napoli e sono esperto in ecografie 3D. Sar? lieto di rispondere ad eventuali dubbi legati a contraccezione, fertilit?, infertilit? e gravidanza.

Per informazioni più precise sullo stato del bambino e sulle domande esposte su questo sito si prega di consultare uno specialista.

paola

Gent.mo Dr Rando, avrei un quesito . Ho entrambe le ovaie micropolicistiche, ma ho cicli pi๠o meno regolari che oscillano tra i 26 e i 29 gg(a volte mi capita di ovulare al 12, altre al 15, ma a grandi linee é puntuale di 28 gg) ed assumo inofert 1 bustina/die e prefolic 15. Sto tentando per una gravidanza da quasi un anno, invano e, per questo motivo, ho effettuato diversi esami(tamponi specifici, ecografie e dosaggi ormonali tutti nella norma, a parte la prolattina leggermente alta, che ho ripetuto effettuando la curva e che é risultata poi normale, e il dhea−s anch’esso alto ma dovuto all’ovaio micropolicistico, a detta del mio ginecologo!) Mio marito é a posto, io dovrei fare, in caso questo mese ancora non vada a buon fine, isterosalpingografia ed isteroscopia…. I miei dubbi sono i seguenti: il mio ginecologo questo mese ha effettuato dei monitoraggi ovulatori. All’ 11° giorno del ciclo avevo due follicoli a dx di misura 1.6 e 1.4. Non avendo potuto monitorarmi nei giorni seguenti, ho effettuato il monitoraggio finale il 14° giorno e il follicolo che misurava all’origine 1.6 era già  scoppiato, mentre quello di 1.4 era ridotto a 1.1, perciò stava regredendo. Io ho avuto rapporti mirati a giorni alterni a partire dal 10° giorno. Il 12 giorno(giorno seguente alla prima eco di monitoraggio),nel tardo pomeriggio, ho notato muco fertile striato di rosa, per cui ho avuto un rapporto verso sera(a volte mi é capitato di ovulare al 12 gg). Il 13 gg nessun rapporto ed il 14 gg un rapporto di mattina e poi, nel pomeriggio, ho effettuato il monitoraggio da cui abbiamo visto che il follicolo dominante era scoppiato. Il ginecologo allora mi ha prescritto progeffik 200 per via vaginale a partire già  da quel giorno(era appunto il 14° e l’ovulazione era già  avvenuta, sebbene non sappiamo quando di preciso, considerato che non ha potuto farmi monitoraggi pi๠ravvicinati), dicendomi di prendere 1 ovulo a sera e di finire tutta la scatola da 15. Sono arrivata, perciò, ad assumere l’ultimo ovulo ieri, il 28 giorno del mio ciclo, che ancora non é comparso. Premetto che la mia fase luteale é di 14 giorni, accertata tramite vari monitoraggi ovulatori che sto effettuando da gennaio di quest’anno(in cui l’ovulazione é comunque sempre avvenuta). Il ginecologo mi ha prescritto il progeffik dicendomi che avrebbe agevolato un eventuale annidamento in caso di concepimento. Vorrei sapere se é possibile, considerata la mia fase luteale nella norma e il fatto che abbia fatto ben 15 giorni di terapia, che abbia dei giorni di ritardo del ciclo e dopo quanti giorni, eventualmente, potrei iniziare a sperare in una gravidanza e potrei fare un test. Non vorrei illudermi ancora…. Grazie di cuore…

L’ESPERTO RISPONDE…

Gentilissima

lei ha fatto tutto correttamente e può tranquillamente eseguire il test appena terminato il progesterone. Il farmaco non fa arrivare il ciclo e quindi era normale che la sua fase luteale sia (sotto farmaco) più lunga.  Faccia il test e in bocca al lupo.

La saluto cordialmente

Invia una domanda