Il latte preferito dalle mamme

Francesco Rando

Ginecologo

Sono un Medico Chirurgo Specializzato in Ginecologia ed Ostetricia presso la Facolt? di Medicina di Napoli, laureato a pieni voti. Svolgo anche attivit? di docente di chimica cosmetologia, fisiologia e dermatologia e sono autore di numerose pubblicazioni scientifiche. Pratico la mia professione in varie strutture ospedaliere a Napoli e sono esperto in ecografie 3D. Sar? lieto di rispondere ad eventuali dubbi legati a contraccezione, fertilit?, infertilit? e gravidanza.

Per informazioni più precise sullo stato del bambino e sulle domande esposte su questo sito si prega di consultare uno specialista.

rita

egregio dottore vorrei tanto un figlio maschio visto che due anni fa l‘ho perso é veroche esiste una dieta pre−concepimento che influenza il ph della vagina? scusate ma non per selezionare il sesso in quanto ho anche una bambina che é la mia vita , ma ormai e‘ un pensiero costante

L’ESPERTO RISPONDE…

Gentilissima

Non esiste un metodo sicuro, tuttavia, da qualche anno, sono iniziati diversi studi per determinare il sesso del nascituro attraverso l’alimentazione della mamma.
 
In effetti, basterebbe seguire un’alimentazione molto salata, a base di carne, pesce e salumi per avere un figlio maschio e un’alimentazione senza sale, ricca di latte, formaggi freschi e insalate, per una figlia femmina, almeno 30−60 giorni prima del concepimento. In particolare, per favorire il concepimento di un maschio si consigliano cibi ad alto contenuto di sodio e potassio; per una femmina quelli ad alto contenuto di calcio e magnesio.
 
Il successo nel determinare il sesso sembra sia dell’80%.
 
in bocca al lupo

Invia una domanda