Il latte preferito dalle mamme

Barbara Paolinelli

Psicologa e Psicoterapeuta

Sono psicologa e psicoterapeuta, iscritta all’Ordine degli Psicologi della Provincia di Trento, luogo in cui svolgo la libera professione. Sono lieta di rispondere a domande che riguardano la genitorialit? e altre problematiche di natura psicologica legate all’infanzia.

Per informazioni più precise sullo stato del bambino e sulle domande esposte su questo sito si prega di consultare uno specialista.

rossana

Buongiorno, mia figlia 3 anni ha una cugina di 8 mesi pi๠piccola di lei con la quale si ritrova spesso a "giocare". Mia figlia solitamente segue la cuginetta in tutto e le sta sempre addosso, la tiene, la tira, la spinge e ultimamente entrambe hanno iniziato a mordere. Come dobbiamo comportarci quando si mordono? Spesso si fanno veramente male e si lasciano dei segni evidenti… Grazie Rossana

L’ESPERTO RISPONDE…

Cara Rossana,

fino ai tre anni il comportamento di mordere non è preoccupante, ma può esprimere tante cose: i piccoli mordono per avere il controllo, oppure come strategia di difesa, o perché sono arrabbiati, frustrati, stanchi. Non avendo sviluppato buone capacità linguistiche usano la fisicità.

Da notare che la sua bimba giocando con la cugina un po’ più piccola, utilizzi una modalità infantile, influenzandosi tra di loro nell’uso di questa modalità di mordere.

Allora che fare? Intanto non preoccuparsi eccessivamente, e non sgridare o punire le bimbe. Sarebbe importante separarle e far loro interrompere il gioco fino a che non si sono calmate.

Ancora fondamentale dire alle bimbe: non va bene mordere, oppure, mordere fa male! Dite alle bimbe che sarebbe meglio comunicare con le parole se qualcosa non va invece che mordere. A volte i bambini seguono l’istinto invece di parlare e devono essere aiutati a esprimere verbalmente le cose.

Provate così e mi tenga aggiornata!

Invia una domanda