Il latte preferito dalle mamme

Barbara Paolinelli

Psicologa e Psicoterapeuta

Sono psicologa e psicoterapeuta, iscritta all’Ordine degli Psicologi della Provincia di Trento, luogo in cui svolgo la libera professione. Sono lieta di rispondere a domande che riguardano la genitorialit? e altre problematiche di natura psicologica legate all’infanzia.

Per informazioni più precise sullo stato del bambino e sulle domande esposte su questo sito si prega di consultare uno specialista.

samanta

buonasera dottoressa,sono una mamma di un bimbo di 2 anni,e convivo con il mio compagno da circa 5 anni,il problema che ho ? questo,abito in una campagna da sola con il mio bimbo,non ho amiche,non esco mai perch? non ho la patente,solo quando ce il mio compagno,il mio problema ? che non riesco ad avere piu rapporti con il compagno,lui e sempre a lavoro io sempre in casa con il bimbo,quando arriva la sera,che ce il mio compagno,mi addormento subito alle 22.per me non e una cosa normale potrei dormire tutto il giorno anche se non volendo,e questo problema causa problemi con il mio compagno mi dice che non sono mai di compagnia,e non ho mai voglia di fare l amore con lui,non che prende l iniziativa lui,poi sono nervosa piango soffro la solitudine mai nessuno con chi parlare confidarmi i miei genitori e i suioi sono tutti al estero….la mia domanda ? come posso eliminare questo sonno?aiutami dottoressa davvero sono in difficolt? andr? a finire male i nostro rapporto e io non vorrei,spero di essermi spiegata bene. grazie in anticipo

L’ESPERTO RISPONDE…

Cara Samanta, ma come fa una donna che ha perso interesse per la vita, ad essere una moglie sessualmente attiva e sensuale? ? importante Samanta che lei trovi la forza per attivarsi, per uscire dal torpore in cui ? entrata, lo faccia almeno per il suo bambino, che percepisce di avere una mamma stanca e senza voglia di vivere e questo ? dannoso anche per la sua salute mentale. Deve parlare con suo marito, dirgli che ha contattato un?esperta e che se lei non si cura, la sua situazione pu? diventare molto grave e che la felicit? del suo bambino ? a rischio. Si faccia accompagnare da suo marito presso il Consultorio della sua citt? e prenda un appuntamento con uno psicologo (non serve il certificato del medico d base, non si paga, c? ? l? anonimato). Poi ? importante che lei prenda la patente e che frequenti altre mamme come lei con bambini piccoli, con cui condividere dubbi, paure e anche sorrisi. Tenga duro e si faccia aiutare al pi? presto. Tanti auguri!

Invia una domanda